Terrazzo e balcone

Le piante in vaso da fiore sono in piena attività vegetativa e chi possiede un terrazzo e un balcone si meraviglierà nel vedere le meravigliose, oltre che profumate, macchie di colore.

Bouganvillea, dipladanie, gerani parigini, gerani edera, gerani imperiali, impatiens, gelsomini, lantana, oleandro, petunie, plumbago, surfinie, zinnie, ortensie, lobelie, e molte altre ancora sono in fioritura.

E non dimenticate le “sempreverdi” margherite ei girasoli che daranno un’atmosfera country chic.

Per chi ha poco tempo, e non possiede il classico “pollice verde”, consigliamo di provare a coltivare in un unico recipiente: Calibrachoa, Verbena, Lobelia. Sono piante con poche esigenze, crescono bene alla mezz’ombra o al sole, e regalano splendide e colorate fioriture. Utilizzate il Terriccio Universale Pollicina per la loro coltivazione che, oltre ad essere ammesso in Agricoltura Biologica, garantirà una crescita equilibrata e nel rispetto dell’ambiente.

Fate però attenzione alle esigenze idriche di ognuna delle piante coltivate, ma ricordate di non esagerare mai con le bagnature, soprattutto per le piante in vaso. Gli eccessi idrici possono provocare stati di sofferenza e marciumi radicali.

Con l’aumento progressivo delle temperature, anche piuttosto alte, le piante possono soffrire parecchio. Per difendere le piante basta utilizzare degli schermi artificiali come le tende – in alternativa si possono utilizzare griglie, in legno o in bambù, da ricoprire con delle piante rampicanti dotate di fogliame fitto e resistente al vento (alloro, Aucuba japonica, bosso).

Se il balcone o il terrazzo è esposto a nord-ovest o a nord- est l’insolazione non è eccessiva, in questo caso è meglio coltivare piante che tollerano la mezz’ombra: fucsie, impatiens, begonie, gerani, bella di notte, torenia, Nepeta hederacea. Ricordate di eliminare periodicamente i fiori secchi di gerani, surfinie, petunie, e delle rose rifiorenti, in questo modo si stimolerà una seconda fioritura.

Questo è il momento più opportuno per rinvasare i ciclamini, che avendo terminato la loro fioritura, sono in riposo vegetativo. Per favorire la loro fioritura nei mesi a venire è necessario rinvasare i tuberi:

utilizzate un vaso di 2-3 cm più grande del precedente il Substrato per Acidofile Terflor.

Interrate ad una profondità pari al loro raggio

Riprendete a concimare e bagnare. Ad ottobre, quando si svilupperanno i nuovi boccioli, riportate le piante in appartamento. 

12 Luglio 2016