Ulivo in balcone. Come prendersene cura

Tra le piante più coltivate in terrazzo, ma anche in balcone, c’è sicuramente, assieme agli agrumi, l’ulivo.

L’ulivo è però una pianta che preferisce un clima mite e temperato e nelle zone con clima più rigido – dove naturalmente se ne consiglia la coltivazione solo in vaso – è necessario seguire alcuni consigli:

  • d’inverno la pianta va sistemata in un ambiente riparato magari collocando il vaso a ridosso di un muro esposto a Sud;
  • in vaso diviene fondamentale curare il drenaggio del terriccio predisponendo del materiale drenante sul fondo del vaso. L’ulivo non sopporta un terriccio soggetto al ristagno idrico e all'asfissia radicale. Ideale il Substrato per Aromatiche e Mediterranee Terflor.
  • scegliere poi una posizione con una elevata insolazione. Repentini abbassamenti di temperatura, continui spostamenti da un ambiente di coltivazione ad un altro, errate irrigazioni, eccessi azotati, possono favorire la filloptosi (precoce caduta delle foglie).

L’ulivo è soggetto a numerosi parassiti e malattie. Prima di escludere la presenza di parassiti è consigliabile ispezionare attentamente la pianta. Controllare gli apici fogliari, la pagina superiore e inferiore delle foglie, e anche la zona in prossimità delle radici.

Per quanto riguarda le esigenze idriche, ricordiamo che per l’ulivo è meglio aspettare che il substrato sia ben asciutto tra un’innaffiatura e l’altra. In estate basta innaffiare la pianta una 1-2 volte a settimana, mentre in inverno potrebbe essere sufficiente innaffiare anche 2 volte al mese.

24 Giugno 2016