FUCSIA

Ai primi caldi il dilemma è sempre quello. Quali piante scegliere per rendere bello e traboccante di fiori il nostro balcone? Le fucsie sono tra le piante più adatte. La caratteristica principale delle fucsie sono le abbondanti e meravigliose fioriture che iniziano in primavera e continuano fino all'inizio dell'autunno. I fiori hanno la forma di lunghi calici quasi sempre penduli, singoli o raggruppati in infiorescenze a grappolo o a mazzetto, mentre le corolle presentano sepali spesso di colore nettamente contrastante con quello dei petali, rosa, rossi, lilla, bianchi, viola e arancioni. Grazie all'aspetto decorativo dei fiori, le fucsie sono conosciute anche con il nome "orecchini di dama" o "ballerine". Dopo la fioritura, i fiori lasciano il posto a delle piccole bacche che contengono i semi che si possono piantare a fine estate.

Le fucsia si adattano ad essere coltivate per bordure e aiuole, ma resistono bene in vaso come pianta da balcone e/o terrazzo. Utilizzate per la loro coltivazione ESSENZA TERRICCIO UNIVERSALE TERFLOR. In luglio, agosto e settembre, ogni settimana, è bene somministrare una piccola dose di concime

Consigliamo la coltivazione delle fucsie con l’Erigeron karvinskianus, una graziosa pianta dai fiori che assomigliano a delle piccole margherite, dapprima bianchi poi rosa e alla fine tendono al porpora.

Durante la  stagione fredda le piante in vaso vanno messa al sicuro in un luogo ben riparato e caldo. Da marzo si accorciano i rametti dell'anno precedente tagliandoli fino ad un terzo della parte legnosa.

Scegliete una posizione molto luminosa – altrimenti la fioritura è compromessa - ma non deve ricevere direttamente i raggi del sole.

Annaffiate regolarmente durante il periodo della fioritura. Evitate gli eccessi idrici.

7 Giugno 2016